Quante volte, quando stiamo decidendo se acquistare o meno un capo di abbigliamento, ci chiediamo se il modello o il colore ci sta davvero bene o è adatto ad una particolare occasione? Sicuramente moltissime! Sarebbe bello poter sempre avere a portata di mano i consigli di uno stilista famoso per la bellezza e l’eleganza senza tempo delle sue creazioni. “The little dictionary of fashion” di Christian Dior può venire in aiuto di tutte noi!

Una guida all’eleganza

Nel 1954 Christian Dior scrive “Le petit dictionnaire de la mode” che parla di moda, stile ed eleganza alle sue lettrici. Lo stilista francese scrive con un tono amichevole e schietto, dando consigli sul come e il quando ed esprimendo pareri sui capi, gli accessori e i colori. Tutte le voci sono disposte in ordine alfabetico, proprio come un classico dizionario. Il volume è stato presentato in una nuova edizione nel 2007 in occasione della mostra “The Golden Age of Couture: Paris and London 1947-1957” al Victoria & Albert Museum con il titolo “The little dictionary of fashion“.

La copertina dell'edizione del 2007 di "The little dictionary of fashion" di Christian Dior uscito per la prima volta nel 1954

La copertina di “The little dictionary of fashion”, edizione 2007

Fin dall’introduzione Christian Dior consiglia ad ogni donna di studiarsi attentamente per imparare a individuare quali sono le forme e le tinte che donano ed evitare così quelle che non esaltano il proprio fisico o il colore della carnagione o dei capelli. Lo stile e l’eleganza non si improvvisano ma sono frutto di studio e di attenzione per i particolari e per la scelta e la cura dei propri abiti.

Christian Dior fotografato in campagna

Christian Dior

Consigli cromatici

Alcuni colori sono da sempre alla base dell’abbigliamento di ogni donna e Christian Dior lo sa bene. Cosa ne pensa di quelli più famosi? Il bianco: per lo stilista è il colore più bello da indossare di sera, si intona con tutto, è semplice e chic. Se lo si sceglie per il giorno bisogna però stare molto attente che non si macchi perché altrimenti perde tutto il suo fascino e la sua eleganza. Il rosa è invece il colore della felicità e della femminilità, per il couturier è perfetto per camicie e sciarpe ed è meraviglioso per gli abiti da sera.

Abito da sera bianco di Christian Dior con tre balze sul retro e lunghi guanti

Christian Dior, abito da sera bianco, 1952 da Pinterest

Il rosso è il colore della vita, molto amato da Dior. Sta bene a tutte, anche a chi ha qualche anno in più o qualche chiletto di troppo. Tra gli accostamenti più belli propone il rosso con il grigio e a tutte consiglia di avere nell’armadio un cappotto rosso perché in inverno dà energia e calore ad ogni stile.

La modella indossa un ampio cappotto rosso di Christian Dior con inserti di pelliccia blu navy e cappello e guanti dello stesso colore

Christian Dior, cappotto rosso con pelliccia e accessori blu, anni ’50 da Pinterest

Parlando di tinte scure i primi posti sono occupati dal nero e dal blu. Il nero non può mancare nel guardaroba di una donna, per lo stilista francese è il colore più importante di tutti. Vestire di nero fa apparire subito eleganti, sta bene ad ogni carnagione e ad ogni età. Senza dimenticare il suo grande potere di affinare la silhouette. Come Chanel, anche per lui non può mancare un abito nero nell’armadio di ogni donna. Il blu navy riscuote lo stesso entusiasmo e lo stesso giudizio del nero. A chi ha gli occhi azzurri Dior consiglia, ad esempio, di scegliere il blu pallido. A tutte raccomanda di fare attenzione alla gradazione di blu per un abito da indossare di giorno e di sera in quanto la tonalità può variare sotto le luci artificiali.

La modella indossa un abito nero di Christian Dior con profondo scollo e completato da lunghi guanti, cappello e soprabito portato su un braccio

Christian Dior, la modella Bettina Graziani indossa un abito nero con guanti cappello e soprabito, anni ’50 da Pinterest

Accessori, abiti e stile

Grande attenzione deve essere posta nella scelta degli accessori in quanto possono cambiare di volta in volta lo stile di un abito. È meglio spendere di più per avere un accessorio di qualità che deve essere sempre scelto con gusto e nel colore che si abbina con la maggior parte dei capi del proprio guardaroba. Il nero, il blu e il marrone sono le tinte migliori a cui si può affiancare un colore più vivace come il rosso o il verde.

Pubblicità americana anni '50 di Christian Dior con una modella che indossa un total look della Maison francese e l'immagine del profumo accanto a lei

Pubblicità americana di Christian Dior, anni ’50

Negli anni Cinquanta, a differenza di oggi, le donne indossano prevalentemente vestiti e anche in questo caso Dior raccomanda di sceglierli di buon taglio e tessuto in quanto devono donare e durare anni. Una visione ben lontana dal mondo fast fashion degli ultimi anni! Anche in questo caso per il giorno la scelta migliore è prediligere i colori classici, nero, blu o grigio, mentre per la sera è il nero il protagonista incontrastato.

Completo formato da soprabito e gonna a pieghe completato da cappello, guanti, ombrello e scarpe. Tutto di Christian Dior, collezione 1955 linea A

Christian Dior, completo della collezione linea A, 1955 da Pinterest

È molto importante il modo in cui si cammina! Dior la definisce “l’arte di camminare” e molte donne purtroppo non la conoscono molto bene. Bisogna sapersi muovere nel modo giusto, con leggerezza e dignità, e se non si possiede questo dono bisogna studiare. Se si cammina nel modo giusto gli abiti e gli accessori verranno sempre valorizzati al meglio e lo stile ne guadagnerà.

Abito di Christian Dior della collezione linea H del 1954  completato da cappello, collana di perle, grande spilla sulla giacca e guanti.

Christian Dior, abito e cappotto linea H, 1954 da Pinterest

“The little dictionary of fashion”, un manuale sempre attuale

Con “The little dictionary of fashion” Christian Dior crea un’utile e piacevole guida per aiutare ogni donna del tempo, ma anche di oggi, a scoprire e mettere in pratica i tre segreti dell’eleganza: semplicità, stile e buon gusto. Man mano che le pagine scorrono ci si rende conto di quanto possa essere semplice avere un guardaroba perfetto e funzionale seguendo i consigli di Dior. Un piccolo libro da leggere e da tenere sempre a portata di mano, anche se oggi si parla purtroppo troppo poco di eleganza!