Grazie al successo delle serie TV e dei film ambientati negli anni ’50 e ’60 gli abiti e gli accessori di moda in quei decenni sono tornati al centro dell’interesse di tanti, non solo degli appassionati di moda vintage. L’eleganza delle linee e gli abbinamenti curati colpiscono l’immaginario, incuriosiscono e spingono a voler indossare anche solo qualche pezzo che possa riportare allo stile di quegli anni.

Una parte del cast femminile della serie tv Mad Men

Tra i diktat della moda di metà XX secolo c’è senza dubbio quello che le scarpe devono essere sempre abbinate alla borsa, ai guanti e al cappello, come scrive nel suo libro Madame Dariaux. Grande attenzione bisogna porre anche alla scelta dei bijoux che devono completare con grazia e raffinatezza i vestiti da giorno e gli abiti da sera. Largo quindi a parure e demi parure in metallo dorato o argento, con pietre colorate o trasparenti, in grado di donare luce al viso o ai polsi di chi le indossa.

Elizabeth Taylor, anni ’50

I bijoux anni ’50, ’60 e ’70 si prestano molto bene ad essere utilizzati anche oggi e si possono abbinare facilmente non solo ai vestiti ma anche agli oufit che prevedono giacche o pantaloni. Per orientarci nella scelta abbiamo chiesto informazioni e qualche consiglio a Filippo Cerretani Bandinelli di Vintage Amore Mio che da anni propone bijoux vintage americani in ottimo stato, a volte con il cartellino originale, scelti con passione e cura e consigliati con grande competenza.

Quando è nata la passione per il vintage?

La passione per il vintage – e, soprattutto, per la bigiotteria vintage americana – mi è stata trasmessa da mia mamma, che è un’amante di questi oggetti. Condividiamo insieme la scelta di pezzi particolari, che poi proponiamo alle clienti.

Quali tipologie di bijoux proponete e quali marchi trattate?

I bijoux che trattiamo sono i classici: collane, braccialetti, spille e orecchini. In minor misura gli anelli, in quanto spesso presentano segni del tempo che li rendono incompatibili con il nostro standard di trattare oggetti in ottime condizioni di conservazione, anche se vintage. Trattiamo i marchi più noti della bigiotteria americana vintage, quali Trifari, Coro, Lisner, Sarah Coventry, Florenza, Goldette, Carolina Herrera, Judy Lee, Emmons e altri. In Italia, tra le nostre clienti, il marchio più conosciuto è comunque Trifari.

Demi parure (bracciale e orecchini), Trifari, primi anni ’50

Orecchini Weiss, anni ’50

Chi è il vostro cliente tipo?

Il nostro cliente tipo è la signora tra i 40 e i 60 anni.

Quali bijoux vengono acquistati maggiormente?

In realtà non c’è qualcosa che vada di più, un po’ tutti.

Un consiglio per chi compra per la prima volta un bijoux vintage.

Stare attenti alle possibili “delusioni”. A volte chi vende dichiara che si tratta di un bijou originale Trifari, Coro ecc., ancorché non firmato dal produttore. Non è vero: se l’oggetto non è firmato, non è di nessuno anche se bellissimo o del tutto simile ad uno firmato. A volte oggetti molto piccoli, come gli orecchini a perno, possono non essere firmati.

Quali sono i vostri canali di vendita?

Vendiamo tramite la pagina Facebook Vintage Amore Mio e il sito web vintage-amoremio.it

Progetti per il futuro?

Per noi è un hobby, più che un lavoro, anche se siamo una ditta regolarmente iscritta al Registro Imprese e rilasciamo ricevuta fiscale agli acquirenti. Ci piacerebbe continuare così, con la passione di sempre, magari coinvolgendo un pubblico sempre più ampio.

Collana Napier, anni ’50

Su Vintage Amore mio è inoltre possibile acquistare oggetti e accessori dei decenni passati come foulard, borsette, portapillole e pinze per servire. L’eleganza e le atmosfere degli anni passati si sposano così alla perfezione con l’e-commerce e i social network creando un’unione armoniosa tra passato e presente per tutti gli appassionati di vintage e non solo. Pronti per fare un fantastico viaggio nel passato? Via!

Pinze in argento Sheffield, inizio ‘900

Borsetta da sera Whiting and Davis, anni ’50